venerdi 22 settembre 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Perchè l'Antisionismo è Antisemitismo (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Rav Jonathan Sacks spiega che cosa davvero è il movimento antisemita e razzista BDS (sottotitolato in italiano)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



fiammanirenstein.com Rassegna Stampa
11.01.2017 L'attacco terrorista a Gerusalemme
Analisi di Fiamma Nirenstein

Testata: fiammanirenstein.com
Data: 11 gennaio 2017
Pagina: 1
Autore: Fiamma Nirenstein
Titolo: «L'attacco terrorista a Gerusalemme»

L'attacco terrorista a Gerusalemme
Analisi di Fiamma Nirenstein

http://www.fiammanirenstein.com/articoli.asp?Categoria=6&Id=3974

Immagine correlata
Fiamma Nirenstein

Immagine correlata
I soccorsi sul luogo dell'attentato

Sono 21 anni che i terroristi palestinesi ammazzano con veicoli degli innocenti: sono loro i maestri dell’Isis e di tutti gli altri gruppi terroristi,con le auto, i camion e i trattori; loro sono stati i primi terroristi suicidi che esplodono urlando Allah Hu Akbar; i primi a mettere a frutto crudeli rapimenti; i primi a commettere stragi degli innocenti senza confini (gli atleti di Monaco, i bambini a scuola); loro i primi sequestri di aerei e gli ostaggi selezionati secondo il credo religioso. È il terrorismo palestinese che ha insegnato tutto all’Isis, ad Al Qaeda, a Hezbollah… E non il contrario dai tempi di Mohammed Amin al-Husseini, Muftì di Gerusalemme, amico di Hitler, nemico degli ebrei e dell’Occidente tutto. I maestri di fanatismo religioso islamico non sono nati sono in Arabia Saudita o in Iran.

Il terrorismo palestinese imperversa come prodotto di un'ideologia integralista religiosa fin dagli anni ’20, non c’entrano nulla “i territori occupati”, vicenda che comincia dal ‘67, con la conquista da parte di Israele, in una guerra di difesa, di zone occupate dalla Giordania, su cui non è mai sorto nessuno Stato palestinese. Il 15 di questo mese a Parigi è stata convocata dal governo francese una “Conferenza di Pace”: essa si concluderà certamente, sulle orme dell’ ONU e di Obama, con un documento che vorrebbe consegnare ad Abu Mazen, ad Hamas e alle altre fazioni palestinesi uno Stato coi confini del ‘67, anche se l'ONU a quel tempo stabilì che si trattava di territori disputati su cui condurre una trattativa bilaterale. Questo documento esentando i palestinesi da qualsiasi trattativa diretta con Israele suonerà di nuovo come un incitamento a seguire la strada del terrorismo per ottenere di più, e sempre di più, dalla Comunità internazionale.

Così come la Risoluzione 2334 votata dall’Onu e voluta da Obama si è presentata come una resa all’ondata di terrorismo internazionale su cui Hamas si è felicitato, così una analoga Risoluzione a Parigi susciterà la soddisfazione dell’esercito terrorista del mondo e lo mobiliterà verso nuove vittorie politiche e diplomatiche. E verso nuove, indiscriminate stragi ovunque gli sia possibile. 


www.fiammanirenstein.com
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT