domenica 28 maggio 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La minaccia arriva dal nord: Hezbollah ai confini d'Israele con le armi dell'Iran (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Parla Bassem Eid, attivista palestinese per i diritti umani, quelli veri (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello - per chi ha difficoltà di lettura dei sottotitoli, cliccare su Youtube in basso a destra)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



Varie
Pacifisti vi odio...
Riflessione di Deborah Fait


Ho incontrato Luisa Morgantini e altri "pacifisti" a Gerusalemme, nella Sala riunioni del bellissimo Tempio Italiano.

Perche' queste persone si trovano in Israele? Non per turismo, non per studio, non per interesse storico . Queste persone si trovano in Israele per sobillare e istigare alla violenza i palestinesi dei territori. Queste persone arrivano indisturbate, usano questo Paese come passaggio obbligato per recarsi nei territori a fomentare, come se ce ne fosse bisogno, la violenza palestinese contro Israele.

Esiste una videocassetta ,diffusa in tutta Italia da Rifondazione comunista, dal titolo "Patria Palestina" che, con musica di sottofondo "Va' Pensiero", testimonia lo sconvolgente odio contro Israele della sinistra italiana e la mistificazione storica di cui e' portavoce.

L'autore del video e' tale Fulvio Grimaldi, fazioso fino alla paranoia, etsremista terzomondista e filoarabo che, senza il minimo senso del pudore per due ore insulta, offende, accusa Israele.

Grimaldi che bacia la bandiera palestinese, Grimaldi che bacia i bambini palestinesi, Grimaldi che si lava i piedi per entrare in moschea il tutto condito con accuse a Israele di nazismo, razzismo, e occupazione di terre non sue.

Nel video si possono ammirare Grimaldi, Morgantini e altri bravi pacifisti aggirarsi tra i sassi dei territori , parlare della Palestina come di una nazione sempre esistita , falsificare la storia passata e presente attribuendo a Israele la colpa dell'occupazione e la colpa della guerra , in particolare a Ariel Sharon di cui si ribadisce fino alla noia anche la responsabilita' del massacro di Sabra e Chatila.

Che Sharon nell'ottobre del 2000 non fosse Capo del Governo non ha Nessuna importanza per queste persone, la loro faziosita' e' piu' grande di qualsiasi ragionamento e di qualsiasi logica.

Ricordare loro che i responsabili del massacro di Sabra e Chatila furono I cristiano-maroniti libanesi guidati dal siriano Hobeika non serve: i loro pregiudizi sono cosi' deliranti che non tengono conto delle prove. Non sentono ragioni e continuano ad accusare Sharon perche' in realta' e' Israele che vogliono colpire.

E' quindi altrettanto vano informarli di altri massacri perpetrati in Libano : 2000/3000 civili massacrati dai siriani a Tar El Zatar. 40.000 civili libanesi assassinati in Libano dai feddaijn di Arafat. La creazione di uno stato palestinese dentro la nazione libanese. I balzelli, le tasse che i libanesi erano costretti a pagare agli scagnozzi di Arafat. Stupri e barbarie che alla fine hanno portato il capo dell'OLP a invocare la protezione internazionale per fuggire dal paese che aveva distrutto. Niente di tutto questo viene ricordato. E ,se lo ricordiamo noi, non viene creduto.

Grimaldi e Morgantini sono tra coloro che non credono e parlano del Libano come di un paese invaso dai guerrafondai israeliani non di una terra martoriata, distrutta e occupata dai palestinesi da dove questi ultimi facevano quotidianamente incursioni terroristiche in Israele. La verita' storica per questa gente e' un optional e nulla piu'. C'e' in questo video tutta la disinformazione, tutto l'odio di una parte della sinistra contro Israele ma la parte piu' interessante e comica e' quando il Grimaldi rivolto alla telecamera grida: " Cosa deve fare un giornalista che si rispetti? Questo!!!" e prende un grossa pietra che lancia arditamente contro la polizia israeliana!! Sarebbe patetico se nello stesso video non si vedesse l'europarlamentare Luisa Morgantini che , approfittando dell'immunita' , si diverte a scagliare pietre e insulti contro la polizia del paese che le permette democraticamente di farlo. Lo stesso odio che traspare da questo vergognoso filmato lo abbiamo respirato a Gerusalemme durante l'incontro con i "pacifisti" i quali ci hanno graziosamente informato che viviamo in un paese inesistente, senza confini e naturalmente senza capitale.

Grimaldi e Morgantini sono tra coloro che non credono e parlano del Libano come di un paese invaso dai guerrafondai israeliani non di una terra martoriata, distrutta e occupata dai palestinesi da dove questi ultimi facevano quotidianamente incursioni terroristiche in Israele. La verita' storica per questa gente e' un optional e nulla piu'. C'e' in questo video tutta la disinformazione, tutto l'odio di una parte della sinistra contro Israele ma la parte piu' interessante e comica e' quando il Grimaldi rivolto alla telecamera grida: " Cosa deve fare un giornalista che si rispetti? Questo!!!" e prende un grossa pietra che lancia arditamente contro la polizia israeliana!! Sarebbe patetico se nello stesso video non si vedesse l'europarlamentare Luisa Morgantini che , approfittando dell'immunita' , si diverte a scagliare pietre e insulti contro la polizia del paese che le permette democraticamente di farlo. Lo stesso odio che traspare da questo vergognoso filmato lo abbiamo respirato a Gerusalemme durante l'incontro con i "pacifisti" i quali ci hanno graziosamente informato che viviamo in un paese inesistente, senza confini e naturalmente senza capitale.

Israele si dovrebbe chiamare, non si sa bene perche', Palestina; Israele occupa terra araba; Israele non ha diritto di esistere se non entro i confini del 67 , meglio ancora entro i confini del 48; anzi se Israele non esistesse per niente sarebbe veramente il massimo dei loro desideri. La sinistra laica e atea e' diventata fondamentalista islamica : si lava i piedi per entrare in moschea come Grimaldi, fa il digiuno di ramadan come Bertinotti, brucia nelle piazze la bandiera di Israele, delegittima l'esistenza della democrazia israeliana come fanno sempre Morgantini e soci. Inutile ricordare loro gli attentati, i linciaggi di persone inermi e Anche di bambini. Chi occupa terra altrui merita questo ed altro, assicurano. Cosa occupiamo , Morgantini? Occupate la terra palestinese. Ma quando mai qui e' esistito un stato palestinese, Morgantini? Esistera' nelle terre che voi occupate. Ma chi dice che una terra che si chiama Giudea sia terra occupata, Morgantini? E chi dice che Gerusalemme debba essere data a chi non l'ha mai avuta, amata, agognata, Morgantini?

Perche' Arafat non ha accettato le offerte di Barak, Morgantini? Perche' tanto odio, Morgantini?

Nessuna risposta se non luoghi comuni, propaganda, qualcuno e' persino arrivato a definire "azione inqualificabile" la distruzione della citta' israeliana di Yamit, nel Sinai, quando Israele ha dato il Sinai all'Egitto. Era condizione degli accordi di pace restituire la terra come era stata trovata, cioe' senza una casa, senza una coltivazione, ma questo non viene ricordato. Importante e' accusare Israele comunque, anche nel rispetto degli accordi.

Sono stata invitata a recarmi nei territori insieme a loro, mi avrebbero "protetta dal linciaggio" senza rendersi conto che , cosi' dicendo, ammettevano la barbarie dei loro amici. Nessun palestinese in Israele corre pericolo di essere ammazzato. Volevano portarmi a vedere le sofferenze nei territori ma non interessavano loro le sofferenze degli israeliani, la paura quotidiana, gli attentati feroci, i morti, la delusione tremenda della pace tanto sognata e perduta prima di poterla vivere veramente. Naturalmente nessuno di loro e' andato a parlare con i genitori dei Ragazzi uccisi in discoteca e in pizzeria o sull'autobus che li portava a scuola. Nessuno di loro e' andato a parlare con i genitori dei tre fratellini rimasti senza gambe e senza braccia per una bomba contro il loro scuolabus.Ne' con i genitori dei due bambini sbranati e fatti a pezzi mentre giocavano in una grotta di Tekoa'.

Nessuna comprensione , nessuna pieta' per Israele. La sola cosa in cui queste persone credono fermamente e' la GRANDE BUGIA.

La falsificazione storica e la creazione di un popolo palestinese che avrebbero aiutato gli stati arabi all'eliminazione fisica dello stato democratico di Israele, patria degli ebrei, gli odiati infedeli che inquinano lo 0,06 % di quella che doveva essere soltanto terra araba dal Golfo Persico al mare Mediterraneo.

E poi...chissa' ...verso la conquista e l'islamizzazione dell'Europa. E Israele e' la democrazia da eliminare perche' protegge l'Europa dai grandi e piccoli Bin Laden di cui pullula il mondo arabo-islamico.





www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT