giovedi` 23 novembre 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Mordechai Kedar: la minaccia di Iran e Hezbollah per Israele e la pace in Medio Oriente (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Perché non c'è ancora uno Stato arabo palestinese? (con sottotitoli italiani)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



Da Berlino ad Abu Dhabi 23/10/2017

Gent.ma Sig.ra Deborah, Non so quanti anni abbia Lei, comunque io sono abbastanza vecchio per ricordare (anche perché in famiglia se n'era parlato molto) un episodio che alle Olimpiadi di Berlino nel 1936 (i genovesi lo chiamano "Belino") Jessie Owens, un atleta americano nero, vinse una medaglia d'argento (o forse d'oro) al punto da mandare il "padrone di casa" su tutte le furie, che non volle neppure stringergli la mano. Se lei non visse quell'episodio, l'avrà certamente letto nei testi scolastici, il che la dice lunga su come certi organizzatori sportivi siano ideologicamente condizionati e drogati. Shalom.

Mario Salvatore Manca di Villahermosa

Gentile Mario,
Da quel lontano episodio del 1936, di cui ho letto e visto le immagini che ogni tanto la TV manda in onda, non era mai più accaduto niente del genere se non contro Israele. La vergogna del Grande Slam di Abu Dhabi non è che l'ultimo episodio di una lunga serie di umiliazioni contro lo stato ebraico. Ricordiamo che Israele non ha mai potuto partecipare ai Giochi della Gioventù per opposizione dei paesi arabi, solamente nel 2011 i Giochi hanno cambiato lo statuto eliminando le fasi nazionali in favore dello slogan "Tutti protagonisti, nessuno escluso" .
Un cordiale shalom

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT