mercoledi` 18 gennaio 2017
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La verità sui confini del '48 (sottotitoli in italiano)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Combattere l'odio anti-Israele: ecco come funziona UN Watch, diretto da Hillel Neuer
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



TG NEWS WATCH - Deborah Fait
Indecente Mediaset 07/04/2016
Indecente Mediaset
Commento di Deborah Fait

Immagine correlata

Quinta Colonna, lunedì 4 aprile, ore 21.00, conduttore Paolo Del Debbio. http://www.video.mediaset.it/video/quinta_colonna/clip/la-versione-di-barnard_607336.html

Sarei curiosa di sapere se la decisione di ospitare Paolo Barnard a Quinta Colonna, lunedì sera 4 aprile, sia stata un'imposizione della dirigenza Mediaset o una scelta autolesionista di Paolo del Debbio, conduttore del programma. Paolo Barnard, economista riciclatosi in giornalista, da decenni professa il suo odio per Israele, un odio velenoso, feroce e sfegatato basato sul nulla se non su un razzismo talmente cieco e fanatico da resentare la follia. Nella discussione sul terrorismo arabo-islamico che colpisce, oltre che quotidianamente Israele, tutto il pianeta, ecco le urla scomposte di Barnard "Dovete smettere di ammazzare gli arabi... smettete i massacri e finirà il terrorismo... la Francia in Algeria... l'America... Israele che è il più grande stato terrorista del mondo..." a Lucia Borgonzoni che urlava contro queste affermazioni deliranti, Barnard sbraitava sempre più esaltato "...ho qui i documenti della CIA..." (ehh sì, lui è così importante che la CIA gli passa i dossier per vederli sventolare a Quinta Colonna).

Immagine correlata

Oltre alla Bergonzoni si è scagliato contro Barnard anche Mario Adinolfi "Non è possibile che alla TV italiana si dica che Israele è uno stato terrorista...non si può..." . Gli altri ospiti? Silenzio assordante! Faccio mie, solo in questa occasione, le parole di Adinolfi. La televisione italiana non può e non deve permettere l'esternazione di simili deliri e mi meraviglio che proprio Mediaset abbia ripescato Paolo Barnard, cacciato per la sua violenza e per la sua volgarità da vari programmi televisivi tra cui La Gabbia di Pierluigi Paragone a causa di alcuni tweet in cui Barnard insultava pesantemente le donne... tutte t...., secondo lui, compresa sua madre. Da questo si evince di che pasta sia fatto questo personaggio che io mi vergognerei persino di salutare per la strada ma che purtroppo suscita ancora le simpatie di quelli che condividono i suoi deliri, basta seguire la discussione sulla pagina facebook di Quinta Colonna

Ecco un mio vecchio articolo che descrive il personaggio: http://www.informazionecorretta.com/main.php?mediaId=115&sez=120&id=53929
Per comprendere meglio quanto Barnard sia letteralmente invasato di odio antisemita è sufficiente leggere questo libercolo in cui elenca 10 argomentazioni "autorevolissime" per odiare Israele, il titolo è "Come asfaltare chi difende Israele con 10 autorevoli risposte". http://zweilawyer.com/2015/05/18/risposta-al-volumetto-come-asfaltare-chi-difende-israele-parte-1/

Immagine correlata
Paolo Barnard

Ma lasciamo stare Barnard che non vale nemmeno quello che sta sotto un'unghia, ne ho già spese troppe di parole per uno come lui, vorrei invece fare un paio di commenti su Mediaset. Non lo sapeva Del Debbio quale feccia si portava in trasmissione? Non lo sapeva Mario Giordano, direttore della rete? Chi può aver preso una decisione così scandalosa ignorando la bassissima caratura dell'ospite in studio? Paolo Barnard fa il suo mestiere/missione spregevole di provocatore antisemita ma i dirigenti Mediaset e il conduttore Paolo del Debbio non dovevano dargliene la possibilità perché, come ha detto Adinolfi, la televisione italiana non può e non deve passare il messaggio che la democrazia israeliana, minacciata di distruzione da gran parte del mondo islamico e che non ha avuto un solo giorno di pace in 70 anni, sia "il più grande stato terrorista del mondo" solo perché si difende disperatamente e coraggiosamente dalle aggressioni arabo-palestiniste e islamiche. E' una vergogna!

Immagine correlata
Deborah Fait


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90
www.jerusalemonline.com