sabato 25 febbraio 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La veritÓ su Gerusalemme, capitale dello Stato di Israele: il racconto di Danny Ayalon
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Come evitare la 'brutalitÓ israeliana'? Basta non compiere attentati...
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



 
Deborah Fait
Commenti & TG news watch
<< torna all'indice della rubrica
Come si usano i media contro Israele:Il movimento 5 stelle a Omnibus/La7-Alessandro Orsini a Uno Mattina, Rai 06/02/2016

Come si usano i media contro Israele:Il movimento 5 stelle a Omnibus/La7-Alessandro Orsini a Uno Mattina, Rai
Commento di Deborah Fait

http://www.la7.it/omnibus/rivedila7/omnibus-news-04022016-1a-parte-04-02-2016-173720

Immagine correlataImmagine correlata

Francesco Verderami Manlio Di Stefano, 5 stelle

Nella trasmissione Omnibus La7 del 4 febbraio abbiamo assistito alla solita sceneggiata di Manlio Di Stefano del Movimento 5Stelle e al suo mal di pancia che si chiama Israele. Parlando di un'azione coordinata in Medio Oriente, ecco che Di Stefano, tra i vari partecipanti all'utopistico intervento, ha immediatamente incluso il Mossad.
Francesco Verderami del Corriere della Sera, sgranando gli occhi, gli ha subito chiesto "Ho capito bene? Hai detto proprio il Mossad?"
Al che il pentastellato con un' espressione maligna ha replicato :" Si sa che nelle azioni di destabilizzazione di tutta l'area mediorientale Ŕ sempre protagonista il Mossad!" e Verderami, sempre pi¨ stupito: " a favore di chi?".
Di Stefano, sempre pi¨ ostile: "di Israele!" Come se non fosse logico e normale che Israele e la sua Intelligence vigilino sulla propria sicurezza trovandosi geograficamente nel mezzo del caos arabo e conoscendo bene l'odio di cui sono oggetti.
Inoltre e' ridicolo pensare che il Medio oriente abbia bisogno di essere destabilizzato dal Mossad, ho come l'impressione che ci riescano benissimo gli arabi senza aiuti esterni.

Come sempre gli odiatori di Israele, molto ben rappresentati nel Movimento 5 Stelle, cercano di sputare veleno e di risvegliare, con battutine che vorrebbero sembrare innocenti, l'ostilitÓ verso lo Stato ebraico. Lo fanno ogni volta che appaiono in TV a parlare di Medio Oriente dando fiato ai loro polmoni antisemiti-antisionisti.

Immagine correlata
Alessandro Orsini

Immagine correlata

Mentre scrivo Alessandro Orsini, sociologo, a Uno Mattina, http://www.unomattina.rai.it/dl/portali/site/page/Page-659a5e7e-1949-4e2d-b4e4-193b9784ca07.html intervistato sul terrorismo dell'Isis, ha nominato Mohammed Merah, l'assassino che, nel 2012, spar˛ contro i bambini della scuola ebraica di Tolosa ammazzandone tre a bruciapelo e il loro padre.
Ne parla come vittima di un'infanzia terribile e degradata , con 5 fratelli, come se questo fosse una giustificazione per essere andato ad ammazzare dei bambini.
Non si hanno notizie di atti di terrorismo da parte di abitanti della favelas brasiliane o degli slums indiani eppure la miseria e il degrado in cui vivono Ŕ inenarrabile!


E' davvero scandalosa questa giustificazione che la Rai fa di ignobili assassini, di terroristi antisemiti il cui unico desiderio Ŕ di ammazzare, preferibilemente ebrei ma non solo, e di terrorizzare il mondo occidentale. Giorni fa parlando del musulmano convertito che a Disneyland Paris fu trovato in possesso di due pistole, ecco che i notiziari Rai hanno precisato trattarsi di due "piccole pistole comprate negli anni 80" e hanno subito dichiarato che non si era trattato di un attentato terroristico salvo poi l'essere stato arrestato con la sua complice. Non si capisce bene se per ammazzare qualcuno servano i cannoni tra l'altro difficili da introdurre in un parco dei divertimenti.

Ma non Ŕ solo la TV italiana a dare le notizie in modo disonesto, i media Usa non sono da meno. Nel commentare l'assassinio della diciannovenne israeliana, l'ufficiale di polizia Hadar Cohen, alla porta di Damasco, a Gerusalemme, da parte di tre terroristi arabo palestinesi cui Hadar aveva chiesto i documenti , la CBS ha dato una prima notizia in questo modo: "Tre palestinesi uccisi durante le violenze quotidiane in Israele", dopo 90 minuti un'altra notizia" La polizia israeliana uccide tre supposti terroristi palestinesi". Dopo le proteste del Ministero degli esteri israeliano ecco l'ultima versione " Palestinesi hanno ucciso un ufficiale israeliano e ferito un secondo prima di essere uccisi". Servono commenti? Non credo proprio.

La propaganda contro Israele e' planetariea esattamente come il boicottaggio che non nasconde il proprio obiettivo, isolare Israele , strangolarlo e alla fine della storia, eliminarlo in modo pacifico, senza guerre che Israele vincerebbe sempre avendo dalla sua il coraggio e la disperazione. No, niente guerre, terrorismo quotidiano e martellante, terribilmente snervante, con tante vittime innocenti come avviene da quasi un secolo e infine il colpo mortale, il morso del serpente, complice il mondo intero: costringere Israele a far entrare nel paese milioni di arabi.
Il gioco e' fatto , seconda e definitiva Shoah e tante altre lacrime di coccodrillo.

Immagine correlata

Deborah Fait "Gerusalemme, Capitale di Israele unica e indivisibile"

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT