domenica 19 novembre 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Perché non c'è ancora uno Stato arabo palestinese? (con sottotitoli italiani)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Rav Jonathan Sacks spiega che cosa davvero è il movimento antisemita e razzista BDS (sottotitolato in italiano)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



 
Angelo Pezzana
Israele/Analisi
<< torna all'indice della rubrica
Alcune domande irriverenti 15/08/2017

Alcune domande irriverenti
di Angelo Pezzana

Risultati immagini per netanyahu
Benjamin Netanyahu

A proposito delle indagini sulla presunta corruzione del Premier Benjamin Netanyahu, vorrei ricordare qui le accuse:

1. Aver ricevuto alcune scatole di sigari cubani da un amico di famiglia, il produttore miliardario di Hollywood Arnon Milchan. Non sto scherzando, secondo l’accusa se uno diventa Primo Ministro deve rispedire al mittente una o più scatola di sigari?

2. Ha incontrato il proprietario del quotidiano Yediot Aharonot, che lo attacca sempre da sinistra, per dirgli se non era il caso di abbassare i toni, l’incontro non era segreto, visto che ne hanno detto e scritto tutti media. Non gli ha mica chiuso il giornale, come fa regolarmente Erdogan in Turchia, si sono parlati, potremmo dire – come suggerirebbe il Papa- che hanno costruito un ponte invece di un muro, beh che male c’è, l’importante è che avvenga alla luce del sole, una delle infinite polemiche che riempiono di sapore lo sport più praticato dagli israeliani: discutere di politica.

3. Viene il dubbio che ciò che dà fastidio in Bibi sia la sua durata alla guida del paese. Se la legislatura terminerà regolarmente nel 2019, Netanyahu diventerà il capo di governo rimasto in carica più a lungo. Ma se è bravo - passa da un successo politico/diplomatico all’altro - come appare dal fatto che continua a essere rieletto, che cosa deve fare per soddisfare le opposizioni che lo vogliono far dimettere per via giudiziaria? L’unica ipotesi è perdere il consenso della maggioranza che lo vota. Per esempio dare vita a un nuovo Accordo tipo quello di Oslo, ecco in questo caso non verrebbe rieletto.


Angelo Pezzana


http://www.informazionecorretta.it/main.php?sez=90
www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT