giovedi` 20 luglio 2017
CHI SIAMO SUGGERIMENTI IMMAGINI RASSEGNA STAMPA RUBRICHE STORIA
I numeri telefonici delle redazioni
dei principali telegiornali italiani.
Stampa articolo
Ingrandisci articolo
Invia ad un amico
Caro/a abbonato/a,
CLICCA QUI per vedere
la HOME PAGE
Segui la rubrica dei lettori?
Clicca qui per condividere
l'articolo sui Social Networks

Bookmark and Share
vai alla pagina facebook
vai alla pagina twitter
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

La disinformazione dei media contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
CLICCA QUI per vedere il VIDEO

Il doppio standard contro Israele (sottotitoli italiani a cura di Giorgio Pavoncello)
Per consultare l'archivio Video
CLICCA QUI


Clicca qui





Hai già visitato il sito SILICON WADI?


Clicca qui



 
Giovanni Quer
Israele: diritto e società
<< torna all'indice della rubrica
Le violazioni dei diritti umani dell'Autorità Palestinese 04/09/2016
 Le violazioni dei diritti umani dell'Autorità Palestinese
Commento di Giovanni Quer

Immagine correlata

Immagine correlata
Diritti umani e civili? non me ne può fregar de meno

L'organizzazione Human Rights Watch ha pubblicato un rapporto sul record delle violazioni dei diritti umani di Hamas e Autorità Palestinese. Giornalisti incarcerati e torturati, attivisti dei social media perseguitati dalle autorità di sicurezza incarcerazioni arbitrarie e processi draconiani.
Ayman al-Aloul è un giornalista di Gaza che lavora per TV irachene e del Golfo. Tra dicembre e gennaio ha pubblicato articoli sulla situazione economica a Gaza, compresa l'immagine di una donna che rovista nella spazzatura e la storia di un uomo che ha tentato di attraversare il confine con l'Egitto - ucciso dalle forze egiziane senza che Hamas intervenisse.
A gennaio è stato incarcerato per una settimana, torturato e rilasciato con l'accordo di non criticare più le autorità. Al-Aloul ha continuato la sua attività di denuncia della povertà, accusando il governo di pagare le famiglie vittime degli attacchi israeliani e di non fare nulla per la gente comune.
Secondo il rapporto altri due giornalisti sono stati incarcerati, torturati e continuano a essere perseguitati per aver criticato il Ministero della Salute di Gaza e per aver pubblicato post su Facebook critici di Hamas.
In altri casi documentati nel rapporto, le forze di sicurezza in Cisgiordania si concentrano su attivisti delle reti sociali che criticano Abbas. Spesso sono attivisti che criticano l'Autorità Palestinese per non fare abbastanza contro Israele, e per continuare le collaborazioni in campo di sicurezza con l'esercito e la polizia israeliani.
Il rapporto cita anche Israele e la sistematica repressione dei giornalisti che riportano notizie sulle manifestazioni contro l'occupazione. Ogni rapporto sulla Palestina si occupa anche di Israele, mentre i rapporti su Israele non si occupano della Palestina - per un'arma a ragione metodologica. I critici dell'autorità che sono sistematicamente messi in prigione o sono perseguitati dalle autorità spesso sono attivisti del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, la cui vicinanza ai gruppi BDS e altri gruppi anti-israeliani in Europa è stata comprovata da varie ricerche e reportage.
Non si tratta cioè di difendere la libertà di espressione dei palestinesi, o la libertà di stampa e gli altri diritti fondamentali. La sensibilità verso lo stato di diritto affiora solo quando si tratta di "perseguitati" che incitano ad altre intifade e insurrezioni conto Israele e si scagliano contro l'AP per essere troppo blanda se non collaborazionista del nemico sionista.
Nessuna reazione dal mondo del BDS contro l'autorità palestinese o Hamas, se non un crescente appoggio ai critici di Abu Mazen per la sua presunta inerzia su Israele.
Questo punto di convergenza tra diritti umani e BDS è significativo perché priva ancora una volta che i diritti umani sono usati come strumento politico nella lotta diplomatica contro Israele.

Risultati immagini per giovanni quer

Giovanni Quer

www.jerusalemonline.com
SCRIVI A IC RISPONDE DEBORAH FAIT